Per una mappatura del consumo degli attrezzi ginnici e sportivi nella scuola italiana

i marchi e i brevetti delle aziende italiane nel Ventennio fascista (1922-1943)

  • Domenico Francesco Antonio Elia Università degli Studi "G. D'Annunzio" Chieti-Pescara
##plugins.pubIds.doi.readerDisplayName## https://doi.org/10.4454/rse.v4i2.53

Abstract

Il presente lavoro di ricerca si prefigge l’obiettivo di indagare le serie brevettuali conservate nell’Ufficio della proprietà industriale (Ministero d’agricoltura, industria e commercio) presso l’Archivio centrale dello stato (Acs) allo scopo di censire i marchi brevettati dall’industria sportiva nel Ventennio fascista e di offrire una risposta ai seguenti interrogativi: quali attrezzature ginnastiche e sportive fossero offerte alle organizzazioni dello Stato totalitario preposte all’educazione fisica nelle scuole (mediatrici del consumo) e ai loro iscritti (consumatori del prodotto); quali attività ginnico-sportive promuovessero a scapito di altre; se, rispetto all’Età liberale, la produzione italiana si fosse ampliata o meno rispetto ai marchi esteri.

Pubblicato
2017-11-13
Come citare
ELIA, Domenico Francesco Antonio. Per una mappatura del consumo degli attrezzi ginnici e sportivi nella scuola italiana. Rivista di Storia dell‘Educazione, [S.l.], v. 4, n. 2, nov. 2017. ISSN 2384-8294. Disponibile all'indirizzo: <https://www.rivistadistoriadelleducazione.it/index.php/RSE/article/view/53>. Data di accesso: 14 ago. 2018 doi: https://doi.org/10.4454/rse.v4i2.53.
Sezione
Dossier monografico